giovedì 1 febbraio 2018











La cirrosi è una malattia cronica degenerativa in cui i normali valori epatici vengono distrutti e sostituiti da tessuto fibroso. Riflette un danno cronico e irreversibile  del parenchima epatico, con estesa fibrosi e formazione di noduli di rigenerazione.
La cirrosi  deve essere intesa come la via finale  comune di diversi tipi di danno epatico.




 TIPI DI CIRROSI 







Cirrosi alcolica nota anche come cirrosi di Laennec. Stadio finale 
dell' epatopatia causata 
dall' abuso cronico di alcol 

Virale (complicazione cronica del virus dell'epatite B,Ce D)

Biliare (ostruzioni delle vie biliari intraepatiche o extraepatiche)

Cardiaca (scompenso cardiaco congestizio)

Metabolica 
(emocromatosi, morbo di Wilson, deficit 
 di alfa 1- antitripsina, galattosemia, malattie 
 accumulo di glicogeno e sindromi ereditarie)

Da farmaci (metildopa, isoniazide,metotrexate)

Autoimmune 
Criptogenetica (da causa sconosciuta)  






FATTORI DI RISCHIO


I principali fattori di rischio della cirrosi epatica sono:


Elevato consumo alcolico
Lo sviluppo della cirrosi è significativamente 
accelerato se è contemporaneamente presente 
un'infezione da virus dell' epatite C

Fattori di rischio per infezione da virus di epatite B
Rapporti sessuali con molti partner specialmente 
rapporti omosessuali maschili 
Uso di droghe per via endovenosa 

Fattori di rischio per infezione da virus dell'epatite C 
Uso di droghe per via endovenosa 
Operatori sanitari 
Emodialisi 
Trapianto di organi 
Rapporti sessuali non protetti con molti partner


LEGGI ANCHE---->Epatite virale cronica

                                                   Epatite virale acuta




DIAGNOSI













Il fibroscan o l'ecografia epatica permettono sin dall'inizio di valutare lo stadio della malattia. Se il paziente ha già una fibrosi iniziale, una fibrosi portale il rischio che evolva in cirrosi a distanza di  20 anni è del 25%  ma se la fibrosi è già severa il rischio evolutivo sarà molto più rapido e in 10 anni il paziente andrà incontro a cirrosi. La cirrosi non è una malattia contagiosa, è fonte di contagio l'eventuale infezione virale che avrebbe causato l'infezione(virus epatite B o C).  I sintomi iniziali
si manifestano con debolezza, riduzione dell'appetito, sclere gialle, cute gialla, caviglie gonfie e aumento della circonferenza addominale. La circonferenza addominale aumenta per il formarsi di ascite.




STRUMENTI DIAGNOSTICI


Biopsia epatica è l'esame più importante per una diagnosi certa 
di cirrosi.
Non è sempre praticabile specie se il paziente ha alterazioni coagulatorie .

L'esofagogastroduodenoscopia permette di osservare 
la presenza di varici esofagee e gastriche, segno di 
ipertensione portale.











COMPLICANZE

La complicanza più frequente è la comparsa dall'ascite, acqua che si forma all'interno della cavità addominale che cambia il destino naturale della malattia. L'aspettativa di vita che per un cirrotico senza complicanze è abbastanza lunga quando l'ascite è presente il 50% dei pazienti morirà a distanza di due anni. La terapia di questa complicanza, cioè di questa ritenzione idrosodica, si fonda sulla restrizione sodica. I familiari di questi pazienti non devono aggiungere sale nella preparazione dei cibi e il paziente deve cominciare ad assumere diuretici,  farmaci che mobilizzano l'eccesso di acqua.  Quando le  cure diventano insufficienti sarà necessario ricorrere anche a mezzi fisici come la paracentesi evacuativa. Si tratta di inserire un ago in cavità addominale e rimuovere l' eccesso di acqua che si è formata nella pancia. Il riposo è un altro espediente naturale perché quando si è in posizione supina sia ha ridistribuzione del flusso sanguigno renale.





SINTOMI E SEGNI
  


Generali

Può essere asintomatica

Anoressia

Calo ponderale

Astenia/debolezza

Riduzione/deperimento della massa muscolare scheletrica


Cutanei

Ittero progressivamente ingravescente

Angiomi stellati

Eritema palmare

Prurito

Riduzione dei peli corporei 

Melanosi (cirrosi biliare primitiva)


Addominali 

Fegato di consistenza indurita e nodulare 

Splenomegalia 

Ascite 

Aumento della circonferenza addominale 

Dispnea ( elevazione del diaframma) 

Ottusità mobile 

Segno del fiotto 

Addome batraciano 


Endocrinologici 

Ginecomastia 

Atrofia testicolare   

Irregolarità mestruali 

Segni di virilizzazione nelle donne 

Ematologici/vascolari

Caput medusae 

Tendenza alla formazione di ematomi e sanguinamenti

Ematemesi /emorragia di varici gastroesofagee 

Melena 

Altri 

Encefalopatia 

Tumefazione delle ghiandole 

Parotide lacrimali 

Dita a bacchetta di tamburo 

Melanosi: graduale scurimento delle aree cutanee esposte 

Steatorrea 

Edema



EPIDEMIOLOGIA



La mortalità globale in Italia nei pazienti cirrotici è di circa 3% (ogni anno circa 18000 persone). Nelle forme scompensate può raggiungere circa il 25% all'anno.
Nella maggioranza dei casi la cirrosi si manifesta clinicamente tra 50 e 70 anni e il sesso maschile è più colpito di quello femminile.
Si caratterizza da una lunga fase asintomatica.






  • Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.

0 commenti:

Posta un commento

Etichette

Pagine

Calazio

Serendipity360

Metti mi piace sulla mia pagina facebbok

Like us on Facebook

BTemplates.com

Categories

Powered by Blogger.

Blogger templates

Pancia piatta in sette giorni

Avere la pancia piatta è il sogno di ogni donna, purtroppo ottenere una pancia piatta  non è facile  anche quando non si è sovrappeso...

Post più popolari

Serendipity360-Benessere e Salute

Pagine

Translate

Google+ Followers

Segui tramite email

Popular Posts