sabato 25 marzo 2017











La primavera è alle porte, le giornate si allungano eppure può capitare di sentirsi giù e senza forze, completamente spossati e in difficoltà di fronte anche ai banali impegni quotidiani.
Cosa fare? 



Cos'è l'astenia 


E' facile pensare a un calo energetico dovuto al cambio di stagione, o a un affaticamento in seguito a malanni invernali, ma c'è chi convive con questo disagio anche durante l'anno. Quando la sensazione di spossamento e stanchezza estrema ci rende faticosa qualsiasi attività, possiamo parlare di astenia, una parola di origine greca che significa letteralmente "senza forza". Lo stato astenico può essere dovuto a diverse cause, fisiologiche, patologiche o psicologiche. Ad esempio, la mancanza di sonno, troppo spesso sottovalutata, è uno dei fattori più comuni. 

Le cause 


Tra le cause patologiche dell'affaticamento vi sono malattie legate al metabolismo, al sistema endocrino, oltre a forme tumorali, intossicazioni, infezioni, problemi cardiaci, respiratori e malattie autoimmuni. 


I sintomi 




Per una corretta diagnosi è  importante riferire al proprio medico le avvisaglie che avvertiamo nel periodo di affaticamento. 

I sintomi cui prestare attenzione sono:

una persistente ed eccessiva sonnolenza; 

svogliatezza anche verso attività piacevoli;

mancanza di energie; 

scarso appetito;

difficoltà di memoria e concentrazione; 

difficoltà di movimento e coordinazione.

Come si può intuire queste spie sintomatologiche sono anche le manifestazioni di un disagio psicologico, perché si collocano nell'area dei disturbi depressivi e degli stati ansiosi. 



Questa patologia può influire sul l'efficienza della nostra quotidianità? 



Lo stato astenico è davvero una condizione pesante per chi la vive, le normali attività della vita quotidiana sembrano un ostacolo insormontabile, e magari agli occhi degli altri si appare come pigri e sfaticati e si finisce col chiedere veramente tanto al nostro corpo. I ritmi che ci imponiamo dopo una giornata di lavoro ad esempio, oppure i pensieri, e preoccupazione e lo stress possono incidere moltissimo. 

Lo stile di vita è importante? 


Lo stile di vita influenza il nostro stato di salute, e questo è molto rassicurante perché possiamo fare molto in termini di prevenzione e cura. In questi casi, infatti, è opportuno: 

mantenere una corretta alimentazione; 

dormire un giusto numero di ore;

limitare alcol, fumo e tutte le sostanze che generano dipendenza; 

Svolgere una regolare attività fisica. 


Troppo stanchi per l'attività fisica?


Sembra paradossale, ma quando il problema è psicologico, riuscire a riprendere l'attività fisica, soprattutto all'aria aperta, e renderla una costante della nostra vita aiuta a usare bene il nostro corpo, stancarlo per poi riposare bene la notte e a ripristinare lo stato di salute generale. Naturalmente negli stati depressivi è difficile da attuare, per cui, diventa un obiettivo terapeutico. 



Ci sono momenti della vita in cui è più facile sentirsi astenici?



Per le donne spesso il problema si associa al ciclo mestruale molto abbondante, e le conseguenze sono fisiche e sociali,  spesso si è impossibilitate a  lavorare e svolgere le normali attività quotidiane. È davvero importante ripristinare il quadro ormonale e l'equilibrio psicofisico per ritrovare le forze e combattere gli stati depressivi. 



0 commenti:

Posta un commento

Google+ Badge

Etichette

Pagine

Serendipity360

Metti mi piace sulla mia pagina facebbok

Like us on Facebook

BTemplates.com

Categories

Powered by Blogger.

Blogger templates

Pancia piatta in sette giorni

Avere la pancia piatta è il sogno di ogni donna, purtroppo ottenere una pancia piatta  non è facile  anche quando non si è sovrappeso...

Pagine

Translate

Google+ Followers

Segui tramite email

Popular Posts