martedì 27 settembre 2016


Acne malattia infiammatoria del follicolo pilifero e della ghiandola sebacea.
La forma più comune , detta volgare, colpisce soprattutto i giovani con sede preferita , il volto e la zona compresa tra le scapole.
Gli individui di pelle cosiddetta grassa hanno molta predisposizione all'acne.
Il punto di partenza dell'acne è costituito dalle ghiandole sebacee che abbondano sulla pelle del viso.
Quando le ghiandole secernono un'eccessiva quantità  di sebo, accade che il sebo sovrabbondante , non trovando sufficiente sfogo attraverso i pori delle ghiandole,
dilati i canalicoli e vi si accumuli formando i comedoni.


















Presenta tre fasi di evoluzione:

Fase comedonica

E' la prima fase della malattia, si manifesta attraverso lesioni chiamati comedoni.
I comedoni sono accumuli di sebo che si ispessiscono e occludono il  follicolo,
questi nella parte che affiora all'esterno acquistano forse per la polvere o per processi
chimici superficiali una tinta nerastra , infatti sono denominati punti neri.

Fase infiammatoria 

Successivamente la presenza di microorganismi favoriscono l'infiammazione della
ghiandola sebacea e sulla pelle appaiono i foruncoli rossastri , le papule.


Fase pustolosa

Quando , come frequentemente accade, la papula si trasforma in pustola, cioè vescicola
contenente pus,si può parlare di acne pustolosa.
Il brufolo si presenta con la punta bianca o giallastra.
La classica forma di acne che colpisce la fasce giovanili e soprattutto gli adolescenti.

Fase nodulosa cistica

L'acne noduloso cistica è caratterizzata dalla presenza di noduli e cisti sul volto / tronco.
E' la forma più grave e severa di acne , colpisce sia gli adolescenti e la fascia di età che va
dai 20-30 anni, se non curate correttamente possono lasciare delle cicatrici e creare un
disagio psicologico e sociale .
L'acne noduloso cistica richiede una visita dermatologica affinché possa essere
intrapresa la terapia adeguata, la tempestività può rappresentare un fattore importante
per evitare degli esiti cicatriziali che oggi possono essere trattati correttamente  e ottenere
un visosenza cicatrici.


Cause




Sulle cause sono state effettuati innumerevoli studi ma non si è potuto appurare se esista
una sola causa o ve ne siano più di una.
Questa seconda ipotesi appare la più probabile e rende più ardua la scoperta di un filo
conduttore che dovrebbe guidare alla cura più efficace.
 Un'ipotesi molto acclarata riguarda la predisposizione individuale fin dalla nascita.

Fattori ormonali

Per quanto riguarda gli ormoni non si poteva non essere colpiti dal fatto che, con frequenza
notevole l'acne insorge nel periodo dell'adolescenza, in  coincidenza con la maturità degli
ormoni sessuali.
Non si poteva non essere colpiti dal fatto che nelle donne una recrudescenza dell'acne si
verifica nel periodo del ciclo mestruale.
Anche questa ipotesi  non può essere considerata una causa del tutto attendibile, in quanto
secondo quanto riferito da ricercatori impegnati nello studio  e nella cura del'acne, tranne
in casi rarissimi,gli ormoni dei pazienti risultano perfetti.

Alimentazione

Il legame tra acne e alimentazione è controversa, alcune fonti ritengono ci sia un legame tra l'assunzione di alcuni tipi di alimenti e la comparsa dei brufoli ( cioccolata,fritti, cibi grassi..)
Nel corso dei decenni le ricerche scientifiche hanno smentito un  legame tra alimentazione e 
acne, smentendo un falso mito che l'assunzione di determinati alimenti provochi l'acne.
Nel 2009 dagli Stati Uniti le ricerche scientifiche riaffermano il legame tra acne e
alimentazione soprattutto consumo di zuccheri e derivati del latte. alimenti contenenti
zucchero che aumentano il livello glicemico.
Indenne il cioccolato fondente.





Cure



Per quanto riguarda il trattamento farmacologico sarà lo specialista valutando le
cause  ad indirizzare il soggetto alla cura adeguata.

I rimedi naturali contro l'acne devono avere proprietà antinfiammatorie,  astringenti e
antisettiche per eliminare le impurità della pelle.

 Bicarbonato di sodio

Può essere utilizzato come esfoliante, rimuove le cellule morte  e abbassa il livello
di acidità dell'epidermide.
Molto semplice da utilizzare, tre cucchiaini di acqua tiepida e tre di bicarbonato.
Applicare sul viso e massaggiare delicatamente.
Sciacquare abbondantemente.
Usare non più di una volta alla settimana.

Bicarbonato e limone

In mezzo bicchiere di acqua tiepida unire un cucchiaino di bicarbonato e un cucchiaino
di limone, tamponare il viso nei punti critici , lasciare agire per qualche minuto e poi
lavare e asciugare bene il viso.

Oli essenziali

Gli oli essenziali sono molto concentrati e hanno proprietà antisettiche.

Tree tea e timo

Limone e lavanda

Achillea

In nessun caso gli oli vanno utilizzati allo stato puro poiché possono creare
arrossamenti, infiammazioni,eritemi..

Vanno diluiti in una  quantità maggiore di olio di jojoba o olio di mandorle  (olio di oliva).
Circa un cucchiaio di olio di jojoba o olio di mandorle e 3-4  gocce di olio essenziale.

Secondo la tradizione erboristica gli oli possono rappresentare degli utili rimedi poiché
asciugano l'infiammazione e puliscono il follicolo.










Le informazioni riportate devono essere considerate  come suggerimenti e consigli di carattere generale, non devono in alcun modo sostituire il parere del medico e degli specialisti ai quali bisogna rivolgersi per qualsiasi problema. 














.































sabato 24 settembre 2016


















Fast food , nella traduzione italiana letterale "cibo veloce" è un tipo di ristorazione molto diffusa nei paesi anglosassoni.
Un pasto veloce che coinvolge soprattutto le fasce giovanili, anche se molti adulti sono consumatori di questo tipo di cibo per motivi legati a stretti ritmi lavorativi.
In un'epoca in cui la frenesia contraddistingue la  nostra vita , mangiare velocemente può essere comodo e facile, i fast food soddisfano questo bisogno in modo rapido e semplice.
Il cibo consumato nei fast food è costituito prevalentemente da hamburger, hot dog, patatine fritte, pizze, kebab , nuggets, pollo fritto, anelli di cipolla fritta accompagnati da molti tipi tipi di salse come senape , maionese, ketchup, salsa barbecue, salsa messicana, tabasco, salsa allo yogurt ecc..
Le bibite gassate accompagnano di solito il pasto.
La caratteristica consiste nel consumo veloce di cibo, in piedi, in auto e dalla cattiva qualità degli alimenti, costituiti prevalentemente da fritti, grassi, cibi salati e  zuccherati.





Il tipo di cibo elencato viene considerato "junk food" o cibo spazzatura.

Analizziamo le motivazioni:

 Le elevate quantità di acidi grassi saturi  ( burgers e patatine fritte in particolare)

Favoriscono l'incremento di rischi di malattie cardiovascolari

 La riduzione  di colesterolo HDL ( colesterolo buono)

 Favoriscono l'aumento delle lipoproteine LDL

L'aumento dei trigliceridi

Disturbo dell'equilibrio  delle prostaglandine e favorisce l'insulino resistenza

con conseguente predisposizione al diabete.

Secondo l'opinione di alcuni ricercatori ci sarebbe un collegamento tra l'obesità
negli Stati Uniti e la quantità di cibo offerta dai fast food a prezzi convenienti.
Le porzioni di cibo fornite dai fast food risultano superiori rispetto a quelle fornite
dai ristoranti.
L'alto contenuto di grassi, di zuccheri raffinanti e il basso contenuto di fibre ,
soprattutto se consumati frequentemente ,aumentano notevolmente il rischio di
obesità, con conseguenze molto gravi per la salute e aumento della spesa pubblica sanitaria
nazionale.
Un'altra conseguenza del cibo spazzatura è rappresentato dall'assuefazione che spinge i
consumatori  abituali a mangiare quantità di cibo maggiori per soddisfare il piacere di gola.


I fast food attirano molto i bambini e i gli adolescenti perché i sapori dei cibi  sono resi
molto gustosi ed esagerati dall'uso di fritti, spezie, salse e composizioni di pranzetti molto invitanti, locali generalmente  molto moderni e confortevoli dove ci si può trovare con gli amici e  mangiare
spendendo poco.

La cosa migliore da fare è insegnare l'educazione alimentare ai bambini e farne un
bagaglio culturale affinché  possano assumere la consapevolezza dei rischi a cui si può andare incontro non seguendo un'alimentazione corretta.

Il proibizionismo non serve molto anzi di solito  produce l'effetto contrario.




























giovedì 22 settembre 2016




Il tempo passa e lascia i segni sul nostro corpo e sul nostro viso.
Invecchiare non  è un delitto, si cerca a volte di nascondere gli anni, quasi che
gli anni che passano siano qualcosa di cui vergognarsi, amare la  propria età sarebbe l'ideale
anche perché non per tutti giovinezza è stato sinonimo di felicità, si può di essere più felici e sereni
durante l'età matura, la vita è un mosaico dove ogni pezzo ha un grande valore e contribuisce a realizzare il mosaico completo.
La società odierna dell'immagine esalta la bellezza e la giovinezza come se il resto della vita fosse senza valore.
Il ricorso al chirurgo estetico è molto diffuso , il botulino fa da padrone ( non affrontiamo questo argomento in perché ci sarebbe molto da dire, nel rispetto delle scelte personali)

Accettare la propria età e cercare di vivere bene attraverso sistemi naturali come alimentazione, attività sportiva ,hobby, rappresenta certamente la scelta più sana.
Prendersi cura del proprio corpo e della mente senza cercare di cambiare il corso naturale
della vita.


L 'attività sportiva è fondamentale sia per il corpo che per  lo spirito, ma generalmente si allena molto il corpo lasciando da parte il viso.


Esercizi di ginnastica facciale

Il viso andrebbe allenato allo steso modo del corpo, la ginnastica facciale è un sistema molto efficace per tonificare i muscoli della faccia e avere un aspetto disteso e luminoso.
Il principio della ginnastica facciale è basato sull'allenamento dei muscoli del viso, si può allenare il viso come si fa per il corpo, gli inestetismi più antipatici del viso dipendono dal cedimento dei muscoli.

Esercizi per gli occhi















Il cedimento della palpebra dell'occhio è dovuto al cedimento del muscolo palpebrale ,
non si parla tanto di rughe quanto di cedimenti.
Posizionare gli indici sotto le arcate sopraccigliari per tenere ferma la pelle mentre gli indici
spingono verso l'alto le arcate sopraccigliari, bisogna fermare la pelle , chiudere gli occhi
facendo resistenza , bisogna sentire una certa fatica quando gli occhi si chiudono.

Questo esercizio va ripetuto per 15 volte.




Esercizi per la fronte

 Per avere una fronte tonica basta eseguire questo esercizio:



















Posizionare i polpastrelli delle dita appena sopra le arcate sopraccigliari , mentre i
polpastrelli spingono verso il basso sollevare le arcate sopraccigliari verso l'alto ,
in questo modo il muscolo frontale viene tonificato.
Ripetere 10- 15 volte.



Esercizi per la bocca











Per avere una bocca tonificata, in particolare gli angoli della bocca che sono una parte
molto delicata del viso.
Inserire gli indici agli angoli della bocca , mentre gli indici spingono verso l'esterno contrastare questa spinta con i muscoli laterali della bocca in modo tale da lasciare al bocca a forma di O.

Ripetere 15 volte.

Esercizi per le guance:



















Gonfiare le guance , posizionare le dita sulle labbra , fare pressione mantenendo
l'aria nella bocca per pochi secondo ed espirare.

10 - 15 ripetizioni.

Esercizi doppio mento



















Aprire la bocca posizionare il pugno sotto il mento, chiudere la bocca contro la
resistenza del pugno, spingere verso l'alto mentre con la bocca  spingere
verso il basso.

10 ripetizioni.

Esercizi per il collo









Posizionare le mani alla base del collo tirare il mento verso l'alto e si aprire e  chiudere
la bocca come se si stesse masticando , bisogna sentire tensione nel collo.

L'esercizio deve durare un minuto.

Esercizio per parte laterale del collo













Mettere la mano alla base del collo laterale , girare al testa , portare mascella fuori e fare
movimenti ritmici con la bocca come  se si stesse masticando.
Si deve sentire tensione nella parte laterale ,a causa  della contrazione il muscolo  si
tonifica e diventa più robusto.

Ripetere lo stesso esercizio dall'altra parte.

Eseguire per un minuto



Questi esercizi se eseguiti con costanza possono dare risultati sorprendenti.

L'ideale sarebbe eseguirli davanti allo specchio, per controllare meglio l'esecuzione
dei movimenti,ma anche sul divano o in ufficio durante la pausa.

















mercoledì 21 settembre 2016















Cause

Le intossicazioni alimentari sono causate da alimenti scaduti o conservati male,non conservati in frigorifero,oppure scongelati e ricongelati anche più volte, nei quali si sviluppano batteri.
La contaminazione degli alimenti può avvenire in qualsiasi momento: produzione,coltivazione, raccolta, conservazione, lavorazione.

Cibi non cotti correttamente, pollame e carne di maiale in particolar modo.
Sarebbe buona norma lavarsi accuratamente le mani prima di toccare gli alimenti per prevenire la diffusione di batteri che possono causare la contaminazione.

Una corretta conservazione dei cibi in frigorifero o in 
congelatore,non scongelare la carne a temperatura ambiente 
( soprattutto nei mesi caldi )
ma aspettare che si scongeli in frigorifero, non lasciare fuori  
cibi già cucinati ma conservarli in frigorifero, sono semplici accorgimenti che possono aiutare a prevenire le intossicazioni.


Le intossicazioni alimentari sono di solito causate da batteri ma a volte possono essere causate da parassiti.




Sintomi

I sintomi possono iniziare entro poche ore dall'ingestione del cibo oppure alcuni giorni dopo, secondo il batterio che l'ha scatenata.

Malessere generale

Vomito

Diarrea

Crampi allo stomaco








Le infezioni più comuni:




Campylobacter



Campylobacter è la prima causa di intossicazione alimentare in Europa, il batterio si
trova negli apparati gastroenterici dei polli, anatre, oche e 
conigli allevati ma  anche in quelli selvatici, piccioni, fagiani , gabbiani e posso essere contaminati anche la carne e
le uova.
Può essere presente nel latte crudo.
Il periodo di incubazione da due a cinque giorni,i sintomi 
durano meno di una settimana.


Salmonella


La salmonellosi è causata da un batterio il cui contagio può avvenire per l'ingestione di

alimenti contaminati come uova e carne non cotti adeguatamente oppure per contatto con escrementi animali.
I principali sintomi consistono in vomito e crampi addominali.


Escherichia coli

L'infezione si trasmette prevalentemente attraverso il consumo di cibi contaminati , frutta e verdura che vengono consumate crude, 
da carne non cotta adeguatamente ,dal latte non pastorizzato o attraverso il contatto con animali .
La trasmissione da persona a persona è possibile solo in casi di stretto contatto.






Cure


Bere molta acqua , il vomito e la diarrea provocano disidratazione, l'acqua è indispensabile  per  reintegrare i liquidi persi. 
Nei giorni successivi mangiare poco e leggero in modo da non appesantire lo stomaco e l'intestino.
Per questo è opportuno scegliere alimenti semplici e digeribili come il riso, il petto di pollo o di tacchino, il pesce come la 
sogliola oppure il merluzzo cucinati in bianco, senza 
salse elaborate .
Nei giorni che seguono l'intossicazione è opportuno eliminare 
dalla dieta i cibi irritanti e piccanti come bevande alcoliche, caffè, cioccolato che già in condizioni normali irritano l'apparato gastrointestinale.

E' sempre indispensabile consultare il medico  per una corretta diagnosi e i medicinali indicati al caso.

















Le informazioni riportate devono essere considerate  come suggerimenti e consigli di carattere generale, non devono in alcun modo sostituire il parere del medico e degli specialisti ai quali bisogna rivolgersi per qualsiasi problema. 









martedì 20 settembre 2016





Frutta e verdura sono alimenti indispensabili, non 
devono mancare nella nostra dieta quotidiana, 
il loro alto contenuto di acqua, vitamine, 
minerali e fibre aiutano il nostro organismo a 
funzionare al massimo, donando vitalità e salute.
Inoltre ci permettono di tenere lontano l'obesità 
ed alcune patologie ad 
essa legate. 



Le proprietà delle verdure in base ai colori


BLU- VIOLA

Melanzane-  more-  radicchio - fichi - 
lamponi -mirtilli prugne uva nera ribes.... 

Sono ricchi di beta carotene,  vitamina C 
potassio, magnesio,antocianine... 

Le antocianine sono efficaci antiossidanti e 
proteggono dal rischio di cancro, infarto e 
altre malattie. 



VERDE 

Asparagi-basilico-biete-broccoli-cavoli-
carciofi-cetrioli-insalata-rucola-prezzemolo-
spinaci-zucchine-uva bianca-kiwi.... 

Contengono beta carotene, magnesio, 
vitamina C, acido folico e luteina 
Quando un ortaggio presenta un colore verde 


scuro ha un maggiore contenuto di clorofilla, 
sostanza dalle molteplici virtù.
Oltre a conferire il colore tipico alle verdure, 
infatti ha azioni benefiche sulla pelle del nostro 
corpo, rendendola idratata ed elastica. 




BIANCO 


Aglio-cavolfiori-cipolle-finocchi-funghi
mele-pere-porri-sedani

Apporto di polifenoli, flavonoidi, composti 
solforati- potassio- vitamina C-selenio
  • La vitamina C e l'allicina, sono sostanze in grado 
  • di rinforzare le difese del nostro sistema 
  • immunitario.
  • L’allicina, in particolare, permette di abbassare il 
  • colesterolo e la pressione arteriosa.




GIALLO

Arance-limoni-mandarini-pompelmi-meloni-
albicocche-pesche- nespole-carote-peperoni-
zucca-mais



Sono ricchi di flavonoidi, beta carotene, 
vitamina C, potassio
Tutti vegetali ricchi di flavonoidi,
carotenoidi e vitamina C, sostanze nutritive 
dalle proprietà antiossidanti  importanti per 
la salute di ossa e articolazioni.




ARANCIO/ROSSO

Angurie-arance-rosse-barbabietole-ciliegie-
fragole-peperoni-pomodori-raperosse-
ravanelli

Contengono licopene e antocianine.























La Tinea pedis o piede d'atleta è una micosi  
causata da con fungo dermatofitico 
detto  Tricophyton o anche da altri funghi del 
genere Epidermophyton.
Si localizzano tra le dita del piede ma possono 
interessare altre parti del corpo.

Contagio


Il fungo è contagioso e si contrae camminando 
scalzi in luoghi umidi, entrando a contatto
con oggetti , indumenti infettati soprattutto nelle 
piscine e nelle palestre,  luoghi in cui si
può sviluppare più facilmente la micosi a causa 
del calore, dell'umidità e della presenza
contemporanea di tante persone, infatti in questi 
ambienti è buona norma non scambiare
ciabatte, asciugamani e mettere un asciugamano di protezione sulle panche umide.

Chi rischia di più

L'insorgenza dell'infezione è favorita da diversi 
fattori di tipo  endogeno e di tipo esogeno.

 Fattori di tipo endogeno:

Debilitazione generale dell'organismo con 
abbassamento delle difese immunitarie

Diabete e dermatiti

Possibile predisposizione genetica

Sesso maschile

Fattori di tipo esogeno:

Umidità dell'ambiente

Abitudine a camminare scalzi anche nei luoghi pubblici

Scambio di scarpe , ciabatte, asciugamani già 
usati in palestre o luoghi chiusi in cui si svolgono 
attività sportive

Nella prevenzione rientra anche l'abitudine ad 
asciugare bene i piedi tenendoli sempre freschi e 
asciutti


Sintomi

Prurito ( a volte di lieve entità)

Cattivo odore dei piedi

Ispessimento delle unghie che tendono ad indebolirsi,
a lacerarsi e a cambiare colore

Arrossamento e desquamazione della pelle delle zone colpite

Eruzioni cutanee , screpolature e vesciche o ferite aperte


Trattamento

La prima cosa da fare è rivolgersi al medico affinché 
possa possa essere effettuata una diagnosi con precisione.
Sarà il medico dopo la diagnosi a prescrivere la giusta terapia farmacologica.


 Rimedi naturali:


Acqua e aceto


Acqua e aceto possono essere un valido aiuto 
quando i sintomi non sono ancora molto evidenti.

Riempire una bacinella per un terzo di aceto bianco 
e due terzi di acqua tiepida, 
e immergere i piedi per 15 o 20 minuti al giorno.



Bicarbonato


Pediluvio in acqua e bicarbonato 
il bicarbonato abbassa il grado di acidità 
dell'acqua e in un ambiente poco acido i funghi 
soffrono.

Sciogliere un cucchiaino di bicarbonato per ogni 
litro di acqua e tenere i piedi a mollo almeno due 
volte giorno per una decina di minuti.

Asciugare i piedi accuratamente per non lasciare 
parti umide, usare un asciugamano delicato utilizzato unicamente per questo scopo.






Le bustine di tè possono essere utili ridurre la 
diffusione del fungo.


5 bustine di tè nero

 Un litro d' acqua 


Mettete a bollire l'acqua , immergere le bustine 
del tè nell'acqua , portare a bollore e far bollire 
per 5 minuti.

Togliere dal fuoco lasciare raffreddare e togliere 
le bustine .

Versare il contenuto in un recipiente , immergere i  
piedi per mezz'ora .

Asciugare bene con un asciugamano pulito.

Ripetere per un mese.


Sale 

Il sale ha la capacità di eliminare l'umidità tra i piedi,
una delle cause dell'insorgere della micosi.

1 litro d'acqua

60 g di sale fino 



Fare sciogliere il sale in acqua tiepida

Immergere i piedi  per 10 minuti

Asciugare bene con un asciugamano delicato e pulito



Aglio

1 spicchio d'aglio



Le sue sostanze fungicide lo rendono un ottimo alleato 
contro i funghi

Vincendo l'odore piuttosto sgradevole 
schiacciare l'aglio oppure tagliarlo a fettine e applicarlo 
sulla zone malata.











































domenica 18 settembre 2016
























" aumenta di giorno in giorno la mia tristezza, di cui non comprendo le origini.
Divento noioso per gli altri , insopportabile per chi ha a che fare con me e odioso 
a me stesso,senza sapere il perché , senza avere abbastanza forza per strapparmi via da
questi sentimenti soffocanti che mi struggono ogni mio piacere ; sono solo un infelice
e se il destino non mi strappa presto da questa situazione tormentosa mi sparerò..."
Così descriveva la sua depressione il poeta austriaco Grillparzer , senza discostarsi troppo da quello che è il quadro clinico della depressione.

La depressione è una patologia che angustia gravemente chi ne è affetto, non solo in termini di sofferenza personale ma anche per quanto concerne i rapporti familiari , di coppia,
professionali e sociali.
Associati a questo  vi sono pensieri autolesivi che possono tramutarsi in tentativi di suicidio
con cui il paziente in  un atto estremo tenta di porre fine alle sue sofferenze, una liberazione
da una situazione che ritiene irrisolvibile.
La depressione nelle sue diverse forme è una  delle malattie più frequenti , secondo le ultime stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ( OMS) solo nel 2015 la depressione ha interessato 350 milioni di persone, una dimensione drammatica resa ancora più angosciosa dal  numero di persone che si toglie la vita a causa di questa penosa condizione.
La  vita è accompagnata da emozioni ed eventi che fanno provare gioie  di fronte ad una
bella notizia e tristezza o insoddisfazione  di fronte ad una cattiva, stati d'animo che si
alternano senza che ci sia nulla di patologico.
Quando però ci si sente svuotati di interessi e di sentimenti, quando tutto sembra problematico, faticoso . senza gioia, fino a rendere difficile o addirittura impossibile il lavoro, i rapporti affettivi,
bisogna pensare di trovarsi di fronte ad quadro patologico.





Ricerca della causa 


Il primo inquadramento  della patologia depressiva spetta allo psichiatra e psicologo

tedesco Emil Kraepelin che rifacendosi alla suddivisione della pazzia in mania e malinconia
risalente a cento anni prima , coniò la definizione di psicosi maniaco- depressiva nella quel si alternano momenti di eccitamento euforico  a momenti  di malinconia profonda.
Nel suo Trattato di psichiatria ( 1899)  fu il primo a definire la m-d come entità
nosografica a sè.
L'espressione m-d attualmente è meno utilizzata a favore del disturbo bipolare.

Kraepelin definì la psicosi maniaco-depressiva una malattia endogena probabilmente su base ereditaria; successivamente numerosi ricercatori si sono indirizzati verso modelli di spiegazione e comprensione della natura genetica della malattia, verificando che l'alterazione di alcuni neurotrasmettitori responsabili dell'umore ,dopamina, noradrenalina, serotonina sarebbero responsabili della depressione.
Gli indirizzi psicologici hanno dimostrato l'importanza di fattori individuali legati
alla personalità dell'individuo e alla sua sfera emotiva.


Persone maggiormente colpite


Seconde le statistiche le persone maggiormente colpite sarebbero quelle:

Introverse che tendono a reprimere i  sentimenti e le emozioni

Gli insicuri

Chi pretende troppo da se stesso

Chi ha bassa autostima

Chi ha un' esperienza di grave  lutto e non riesce a superare tale esperienza devastante

Fattori ambientali , chi vive in condizioni di isolamento sociale e  di emarginazione
risulta  più vulnerabile

Bisogno prestare attenzione anche  a specifici eventi esistenziali improvvisi,
ai "life stress events" che sono stati frequentemente associati all'esordio dei sintomi
depressivi.


Principali life stress events :



  • Morte del coniuge 
  • Morte di un familiare o un amico 
  • Divorzio 
  • Separazione 
  • Grave malattia 
  • Pensionamento 
  • Perdita del lavoro 
  • Sfratto 
  • Cambiamento di lavoro 
  • Cambiamento di città 
  • Problemi economici 
  • Menopausa 
  • Nascita di un figlio 
  • Matrimonio 



Alterazioni dell'umore :

Nella classificazione   moderna  la depressione è stata considerata un disturbo
affettivo, ma successivamente è stata fatta rientrare nei disturbi dell'umore,
intendendo per ciò un' emozionalità  che condiziona la vita psichica. 
L'umore può essere depresso, euforico, irritabile e l'umore eutimico. serenità 
neutralità.
La depressione è vista oggi come una compromissione generale ,che coinvolge tutto
l'universo psichico del paziente; nei casi lievi si manifesta come semplice malessere
psichico, tristezza senza motivo che si presenta come un sentimento misterioso e
indefinibile .
Nei casi gravi domina completamente la personalità del malato limitandone le facoltà
intellettive a pensieri che possono portare ad errata percezione della realtà assumendo
caratteri deliranti.



Sintomi principali della depressione 

Calo del tono e dell' umore

Calo dell interesse e del piacere nelle attività quotidiane

Sentimenti di colpa e bassa autostima

Pensieri di morte e pensieri suicidi

Agitazione e rallentamento psicomotorio

Disturbi del sonno

Disturbi dell alimentazione

Affaticabilità e mancanza di energia

Difficoltà di concentrazione



Le donne sono più colpite








La depressione colpisce di più la popolazione femminile, per ogni uomo che si ammala ci
sono più  di  due donne.

La maggiore incidenza viene attribuita a fattori ormonali, biologici, psicologici e sociali.
Gli ormoni sessuali femminili possono influire sul funzionamento dei neurotrasmettitori
che regolano  il tono dell'umore,  ( Depressione post-partum).

La depressione colpisce le donne anche per fattori psicologici  e sociali i cui le donne sono maggiormente esposte.
Conciliare il lavoro con la famiglia , i sensi colpa di  non riuscire a conciliare può portare
livelli di stress elevati.
La donna che si è occupata esclusivamente della famiglia può subire grave difficoltà
quando i figli diventano indipendenti e può subire momenti di difficoltà dovuti alla
separazione.
La menopausa rappresenta  un periodo  difficile per la donna , si associano i cambiamenti
ormonali anche a sentimenti di inutilità e perdita di interessi.
Con l'avanzare dell'età aumenta la sindrome depressiva dovuta a cambiamento del ruolo,
e abbassamento delle capacità fisiche e psicofisiche.



Il male di vivere è “... l’incartocciarsi della foglia riarsa...” scriveva Eugenio Montale. E il mondo è un viale su cui cadono 384 milioni di persone. Piegate dalla depressione. Con l’animo sgualcito. Incapaci di rialzarsi. Se le guardassimo, scopriremmo che, per ogni volto maschile, ce ne sono due di lei. I dati sono aridi più delle foglie secche, ma non mentono. 





Come curare la depressione


Per la cura della depressione è consigliabile associare due terapie, psicologica e
farmacologica , non sono incompatibili tra loro  anzi quando sono usate insieme
possono dare risultati soddisfacenti.
Una terapia antidepressiva non fa altro che accelerare il processo di guarigione ,
esclusi casi di depressione cronica / resistente che hanno bisogno di più anni e sono
oggetto  di ricadute.

Il trattamento dell'episodio depressivo deve comprendere due  momenti:

1) La cura dell'episodi in atto  2) Un successivo momento per le evitare ricadute
 E' una malattia ciclica in cui si alternano  momenti di benessere a periodi di malattia.
E'  molto importante che lo specialista metta in atto  anche un valido supporto
psicologico.
I farmaci antidepressivi presentano effetti collaterali: tachicardia, vertigini, imbambolamento,
bocca secca, sonnolenza, aumento di peso, tremori , insonnia.
Esistono  per fortuna una nuova serie di farmaci antidepressivi SSRI che hanno un'azione
molto selettiva sulla serotonina, andando ad agire solo su questo neurotrasmettitore si
evitano molto degli effetti collaterali tipici dei vecchia antidepressivi.






Psicoterapia 














Capire i segnali della depressione è molto importante soprattutto per la famiglia che può
ritenere inizialmente che i segnali siano soltanto delle fissazioni , forme di apatia  ecc.
 rafforzando il pensiero depressivo del loro caro.
La depressione non è presente soltanto nelle persone adulte ma anche nel bambino,
nell' adolescente e nell' anziano.
Fattori scatenanti possono essere una perdita affettiva, materiale, delusione riguardo
alle aspettative che gli altri ripongono in essi .

Il punto centrale è  rappresentato dalla famiglia,anche se è molto difficile convivere con una
persona depressa , che si presenta , apatica , inattiva aggressiva, i familiari vivono la  paura
anche di sbagliare il comportamento nei loro confronti.
Ma i legami familiari svolgono un ruolo fondamentale nella terapia, infatti l'affetto e una
relazione sincera possono essere un supporto fondamentale per uscire dal tunnel.
Un eventuale intervento del terapeuta deve essere caratterizzato da neutralità,senza
coalizzarsi con i componenti della famiglia , cosa che finirebbe con l'accentuare i sensi
 di colpa del depresso.



























Le informazioni riportate devono essere considerate  come suggerimenti e consigli di carattere generale, non devono in alcun modo sostituire il parere del medico e degli specialisti ai quali bisogna rivolgersi per qualsiasi problema. 



( Rif. bibl. Nuova enciclopedia medica della medicina De Agostini)










Google+ Badge

Etichette

Pagine

Serendipity360

Metti mi piace sulla mia pagina facebbok

Like us on Facebook

BTemplates.com

Categories

Powered by Blogger.

Blogger templates

Pancia piatta in sette giorni

Avere la pancia piatta è il sogno di ogni donna, purtroppo ottenere una pancia piatta  non è facile  anche quando non si è sovrappeso...

Pagine

Translate

Google+ Followers

Segui tramite email

Popular Posts