lunedì 7 novembre 2016






L'influenza del 2016


Sulla base dei dati scientifici della Sorveglianza mondiale dell'influenza, che ha il compito di fornire indicazioni sulle caratteristiche dei ceppi influenzali, sarà ancora in circolazione il virus chiamato HIN1, presente dal 2009. Vi saranno una o due possibili varianti del virus B e una nuova variante del virus chiamato H3N2. 




Che cosa sono le varianti dei virus influenzali? 

I virus influenzali sono instabili. Stagione dopo stagione si possono modificare, a differenza di quelli di altre malattie infettive, come per es. il morbillo, che rimane stabile, cosìcchè la malattia dopo essere stata contratta non dovrebbe colpire mai più, grazie all'azione delle memory cells (cellule della memoria) che fanno parte del sistema immunitario. Al contrario, proprio a causa delle varianti del virus, di influenza ci si può ammalare tante volte nel corso degli anni.


L'influenza di quest'anno sarà una vera e propria epidemia?

Quest'anno (2016-2017) non si dovrebbe verificare un 
picco influenzale, ma la malattia dovrebbe colpire in modo prolungato nel tempo e per tutta la stagione fredda. Secondo i calcoli si dovrebbero ammalare circa 5 milioni di persone, un numero leggermente superiore rispetto a quello dello scorso inverno che si è assestato sui 4 milioni e 800mila. A questo si aggiungono altri 5 milioni di individui che saranno colpiti da uno o più degli altri 260 virus influenzali, che però, per fortuna, provocano una sintomatologia meno forte della vera influenza. 


Il numero totale di persone colpite si attesta intorno ai 10 milioni.
L'influenza che colpisce l'intestino si farà sentire? 


E' uno dei 260 virus influenzali in circolazione, è dovuta al cosiddetto Enterovirus, che ha origine respiratoria, nel senso che si trasmette attraverso le vie respiratorie e spesso attraverso la saliva. In genere agisce in primavera e in autunno, dunque proprio in queste settimane. 




Quali sono i sintomi della vera influenza? 





L'influenza si manifesta con almeno uno tra i seguenti sintomi:


-Comparsa improvvisa della febbre sopra i 38 gradi



-Mal di testa


-Malessere generale


-Tosse 


-Dolori  muscolari e articolari



-Mancanza di appetito




Sintomi gastrointestinali:



-Nausea 




-Vomito 






-Diarrea





La vaccinazione è consigliata?


Proprio per evitare di ammalarsi è consigliato il 
vaccino antinfluenzale che ha efficacia nell' 80% dei 
pazienti. Inoltre, i pazienti che, pur vaccinati, 
si dovessero ammalare, avranno una forma influenzale 
molto più leggera, con meno rischi di complicazioni pesanti. 


Dopo le polemiche forti sulla sicurezza dei vaccini è 


consigliabile ancora farlo? 

Quasi tutti dovrebbero fare il vaccino dai 6 mesi in su. Non si consiglia il vaccino solo a chi ha avuto una reazione allergica 
seria dopo la somministrazione di una precedente vaccinazione o una reazione allergica a una componente del vaccino. 

Quando si consiglia di sottoporsi al vaccino? 

Poiché la protezione dell'influenza comincia dopo due settimane dall'iniezione e si mantiene per circa sei mesi, per la nostra situazione climatica il periodo raccomandato va dalla fine di 
ottobre a dicembre. 








L'influenza provoca complicazioni pericolose per la salute?

L'influenza è la terza causa di morte in Italia per patologie 
infettive, sono in particolare gli anziani e le persone con 
fisico debilitato da malattie cardiache e respiratorie a 
correre il rischio di vere complicazioni come 
polmoniti e broncopolmoniti, che possono portare anche 
effetti irrimediabili. Sono i soggetti a cui è 
particolarmente consigliato di sottoporsi alla 
vaccinazione.






Come prevenire l'influenza?

La prevenzione comincia da un gesto semplice come 
lavarsi le mani con acqua e sapone, per ridurre la diffusione 
del virus influenzale e di molte forme gastroenteriche, ripetere il lavaggio ogni volta che si torna da un luogo affollato 
come: la scuola, il lavoro, i mezzi di trasporto o prima di 
preparare da mangiare; il lavaggio deve durare almeno 30 
secondi. 
Inoltre, si consiglia di consumare lo yogurt per fare scorta 
di probiotici, che sono microrganismi vivi, immunostimolanti,
cioè che stimolano la risposta immunitaria del corpo e, se sono consumati ogni giorno, sono particolarmente efficaci per prevenire l'influenza perché rendono il corpo più forte e capace di resistere 
alle aggressioni dei virus e batteri, dunque agli attacchi influenzali.


Come curare l'influenza?

L'influenza va curata con farmaci di automedicazione, 
antifebbrili, anticongestionanti nasali, antistaminici; bisogna però evitare l'errore di assumere più farmaci contemporaneamente.


Gli antibiotici vanno assunti?

Gli antibiotici  agiscono contro i batteri e non contro i virus, 
perciò vanno somministrati esclusivamente quando compare l'infezione batterica come conseguenza della malattia e 
soltanto il proprio medico li può prescrivere.


L'alimentazione aiuta a prevenire l'influenza?

Mangiare frutta e verdura, che contengono magnesio, zinco,
selenio, vitamina C e vitamine del gruppo B aiuta a rinforzare 
le difese immunitarie e ad essere meno vulnerabili di fronte al 
virus influenzale. Il consumo di agrumi, cavoli, broccoli,
peperoni, carote, zucche e spinaci, che sono tutti alimenti 
particolarmente ricchi di questi minerali e vitamine  
non dovrebbero mancare nella nostra tavola.




I rimedi della nonna:

I rimedi della nonna, sempre efficaci, possono aiutare per 
alleviare i sintomi dell'influenza, per es. bere una tazza di 
brodo di pollo è un vero toccasana, poiché contiene sostanze 
che permettono di diminuire lo stato infiammatorio. Inoltre, 
quando si ha la febbre e si perdono molti liquidi il brodo 
essendo liquido, consente di idratare il corpo. Un tè caldo 
con succo di limone è assolutamente consigliato, perché il limone contiene la vitamina C, ma ha anche proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.
Il miele è un espettorante naturale, aiuta a rimuovere il 
catarro ed è utile a combattere le infezioni alla gola, grazie 
alle sue proprietà antisettiche. Consigliato è, quindi, fare gargarismi con tè caldo e due cucchiai di miele in mezzo bicchiere d'acqua.















Google+ Badge

Etichette

Pagine

Serendipity360

Metti mi piace sulla mia pagina facebbok

Like us on Facebook

BTemplates.com

Categories

Powered by Blogger.

Blogger templates

Pancia piatta in sette giorni

Avere la pancia piatta è il sogno di ogni donna, purtroppo ottenere una pancia piatta  non è facile  anche quando non si è sovrappeso...

Pagine

Translate

Google+ Followers

Segui tramite email

Popular Posts