martedì 2 agosto 2016




     












Comunicati-stampa.net
La cellulite è un  
argomento sempre attuale, colpisce 8 donne su 10 ( Istat) e non soltanto le donne in sovrappeso anche le magre, attrici e ballerine, casalinghe e donne in carriera, nessuna si salva ( solo una piccola percentuale). 
Gli uomini sono colpiti nella misura del 5%.



Non è il caso di farsi una malattia, anzi anche questo è controverso, c'è chi la ritiene una malattia altri no. 

Bisogna capire cosa si intende per malattia, normalmente quando si è affetti da una malattia si avvertono i sintomi e ci si cura, con la cellulite ( nelle forme non gravi) si può convivere tranquillamente senza particolari  interferenze al normale svolgimento della vita. 
Nel quadro generale si manifesta così, poi c'è un quadro patologico con noduli dolenti alla palpazione che fanno sospettare processi infiammatori. 


Recentemente è stata da de Godoy "la non malattia più investigata" ( Wikipedia)



Dal punto di visto estetico rappresenta un incubo per le le donne soprattutto con l'arrivo dell'estate quando il problema si ripresenta con la fatidica prova costume e il disagio per la pelle a buccia d'arancia aumenta.

Resiste a tutto ed eliminarla è molto difficile ma bisogna  quanto meno adottare uno stile di vita che possa migliorare la situazione o prevenire. 
Alimentazione corretta, attività fisica mirata ,  
e abbandono delle cattive abitudini possono essere un valido aiuto per riattivare la circolazione e drenare i liquidi. 


Cause



I fattori che la determinano sono molteplici:



Fattori ormonali 

Gli estrogeni  che favoriscono la ritenzione idrica con conseguente deposito di cellule adipose e influenzano la microcircolazione.


Fattori genetici


Non si parla di vera e propria ereditarietà ma di familiarità dovuta a cattive abitudini alimentari e stile di vita o malattie endocrino - metaboliche.



Razza bianca



È  più predisposta,forse le motivazioni vanno ricercate nel tipo di alimentazione  soprattutto in alcune zone del Nord 



Vita sedentaria



La mancanza di attività fisica comporta perdita di tessuto muscolare e mancanza di aumento della portata circolatoria derivante dalla richiesta di ossigena da parte dei muscoli ( quando lavorano) che bruciano energia.



Stile di vita



Uno stile di vita disordinato, fumo, consumo di alcolici, mancato rispetto dele ore di sonno non aiutano il nostro corpo a mantenere il giusto equilibrio.




Attività fisica








Camminare, una camminata veloce e svolta con regolarità (  almeno 3 volte la settimana) migliora la circolazione che sembra costituire un fattore importante per lo sviluppo della cellulite. 



Bicicletta







Delle belle passeggiate in bicicletta non possono che fare bene, oltre ad essere un favoloso anti-stress, migliorano la funzione cardiorespiratoria e il trofismo muscolare, l'ossigenaziome dei tessuti stimolano  il metabolismo cellulare, facilitando l'eliminazione di quelle sostanze che favoriscono l'insorgenza della cellulite.






La prevenzione rientra sicuramente tra le precauzioni da prendere in considerazione seriamente.


font-size: x-large;">



Google+ Badge

Etichette

Pagine

Serendipity360

Metti mi piace sulla mia pagina facebbok

Like us on Facebook

BTemplates.com

Categories

Powered by Blogger.

Blogger templates

Pancia piatta in sette giorni

Avere la pancia piatta è il sogno di ogni donna, purtroppo ottenere una pancia piatta  non è facile  anche quando non si è sovrappeso...

Pagine

Translate

Google+ Followers

Segui tramite email

Popular Posts